Come ogni arte marziale, anche il karte si fonda su un insieme di principi e valori che ne costituiscono l’impalcatura “filosofica” a cui ogni praticante dovrebbe ispirarsi. Al principiante offrono solide basi con cui avvicinarsi all’arte, per il praticante avanzato costituiscono, invece, uno strumento guida per approfondire ulteriormente gli aspetti più reconditi. Questi principi, tramandati oralmente da maestro a discepolo nell’arco dei secoli passati, sono stati codificati dal Maestro Gichin Funakoshi (1868-1957) che li ha sintetizzati nei cosiddetti Venti Principi del Karate o Nijukun (trad. le venti regole). Dalla lettura e spiegazione di tali precetti traspare l’importanza della componente spirituale oltre che di quella tecnica. È proprio l’attenzione rivolta agli aspetti spirituali della pratica che trasforma il karate da semplice arte marziale in do, ossia Via.
In queste venti massime viene data più importanza all’attitudine mentale che alla tecnica, allo spirito più che alla forma. Per questo motivo gli aspetti riassunti nei venti principi possono essere applicati, non solo al karate, ma alla vita di tutti i giorni, poiché essi spostano la riflessione sul modo migliore per trovare equilibrio nella nostra esistenza e su come comportarsi nelle situazioni che la vita ci propone. Ci spronano quindi a perfezionare non tanto la nostra arte guerriera quanto noi stessi. Per Funakoshi, infatti, la pratica del karate si basava essenzialmente sull’arrivare a padroneggiare se stessi allo stesso modo in cui si padroneggia l’arte marziale. In altri termini il karate dovrebbe servire a costruire principalmente il carattere, sviluppando qualità come l’onestà, la perseveranza, il coraggio e sopratutto l’umiltà da esprimere attraverso il rispetto e la cortesia. Le verità più profonde delle arti marziali non si riferiscono alle tecniche o alle strategie per vincere, ma alle strategie per vivere.

Riferimenti bibliografici
I venti principi del karate – Gichin Funakoshi – 2003 Edizioni Mediterranee.
Karate-do Nyumon – Gichin Funakoshi – 1999 Edizioni Mediterranee.